lun

15

set

2014

10 Ottobre, 20:30 - Presentazione del riallineamento vertebrale

con Fabio Mariani e Stefano Colombo, allineatori ufficiali Heilerschule.

 

L’Allineamento Divino non è paragonabile alle tecniche del classico lavoro energetico né ai metodi manuali della chiropratica o della tecnica cranio-sacrale. Si tratta di una forma superiore di guarigione spirituale, un modo rivoluzionario di ritrovare la salute che non si era mai manifestato sotto questa forma al mondo.
Una forma di guarigione della colonna vertebrale che non si ottiene attraverso sforzi fisici, tecniche o interventi.
Il riallineamento spirituale della colonna vertebrale può risolvere le cause dei conflitti psico-spirituali che si manifestano visibilmente nel corpo come anomalie fisiche dell’uomo (curvature e torsioni) nel giro di pochi secondi SENZA ALCUN CONTATTO FISICO.

Il bacino si raddrizza, la lunghezza delle gambe viene armonizzata, spalle e scapole si adattano all’Energia del “nuovo Ordine” in modo che l’intera colonna vertebrale possa raddrizzarsi. 
A seconda del grado di coinvolgimento anche le scoliosi più gravi, croniche, posso ridursi gradualmente.
Questa guarigione spirituale, visibile e dimostrabile, si attua in un unico incontro.

L’instaurazione dell’Ordine Divino non è una tecnica né un metodo eseguito dall’uomo; essa deriva unicamente dalla forza dello Spirito superiore intelligente; aiuta anche nel caso di sofferenza emotiva, crisi esistenziali e problemi relazionali. Riallineare il corpo significa sciogliere l’insieme delle cause di tutti i blocchi energetici sul livello dello Spirito, dell’anima e quindi del corpo.
E’ necessario ricondurre lo Spirito umano nell’Ordine Divino; questa è la condizione indispensabile affinché si stabilizzi un ordine perfetto nel corpo e la Forza Vitale possa scorrere armoniosamente per consentirci il benessere completo.

Il riallineamento della colonna vertebrale viene praticato in Germania dal 1995 e da allora oltre 300.000 persone sono state trattate con successo con questo metodo di guarigione. Dal 2004 in Germania è possibile esercitare la professione di “Guaritore spirituale”. In Thailandia il riallineamento spirituale sarà presto offerto negli ospedali come metodo terapeutico.

 

 

I partecipanti alla presentazione potranno prenotarsi per il riallineamento, la mattina dopo (sabato 11 Ottobre) a partire dalle 9.30 . Chi non potrà essere presente alla conferenza dovrà presentarsi alle 14 dello stesso giorno.

0 Commenti

Il Giardino degli Angeli

 

Il giardino è uno spazio progettato, di solito all'aperto, riservato alla vista, alla coltivazione botanica e al godimento di piante e altre forme naturali.

 

Il termine deriva da una radice indogermanica: Gart o Hart, con il significato di "cingere, circondare, proteggere"; per definizione storica è quindi una porzione di superficie delimitata.

I latini avevano altri termini per definire i giardini, a seconda della funzione: "viridariaum" era il vivaio dove si producevano e accudivano nuove piante, il "pomarium" era il frutteto, il "nemus" una boscaglia non totalmente irregimentata dove si celebravano riti sacri. Tali boschi, frequenti durante l'epoca precristiana, venivano chiamati anche "lucus".

 

Si dà spesso per scontato che i giardini siano a cielo aperto, ma la critica contemporanea ha sollevato obiezioni su questo ed è indiscutibile che esistano alcuni giardini lodevoli anche in luoghi non a cielo aperto.

 

E questo è il caso de Il Giardino degli Angeli, nato con lo scopo di coltivare lo spirito e il corpo come fossero frutti e fiori unici e preziosi. Attraverso attività e discipline atte allo sviluppo e all'arricchimento del talento e del potenziale umano.

 

Il giardino solitamente è situato in prossimità di edifici privati o pubblici, ma può trovarsi anche isolato da questi, prendendo il nome di parco nei casi più estesi.

Il Giardino degli Angeli, è situato in una elegante zona residenziale, facilmente raggiungibile; in fondo a un piccolo viale alberato che delimita uno spazio verde con tanto di fontana e chioschetti, che lo protegge dalla trafficata e rumorosa circonvallazione.

 

Nell'accezione comune quando si parla di giardino si intende solitamente quello di tipo ornamentale, mentre si usa il termine orto per indicare quello in cui si coltivano ortaggi.

 

Il Giardino degli Angeli è l'uno e l'altro. Per chi arriva è una porticina verde, una cassetta della posta con un angioletto azzurro su campo bianco, un cancelletto che non viene mai chiuso, un piccolo vaso di erika e una porta di legno e vetro che nonostante le scheggiature e le mani di stucco mantiene un aspetto elegante. All'interno l'atmosfera accogliente e la professionalità di Stefania Piatesi e degli operatori fanno di questo luogo un vivaio di energie e idee creatrici.

 

Il Giardino degli Angeli è un Giardino con la G maiuscola. Come tutti i giardini richiede cura, dedizione, rispetto, amore e costanza. Armonia e bellezza nello sguardo e nel gesto di chi lo abita e frequenta.

 

Il Giardino degli Angeli è di chi vorrà rispettarlo nella sua essenza. Nella sua missione.