Il Giardino degli Angeli

Vieni a provare il

Massaggio Ayurvedico a 4 mani

per liberarti dallo stress e ricaricarti

di tanta preziosa energia !

 

26/27 aprile a Bologna

Finalmente l'atteso

Corso di Massaggio Ayurvedico e Attivazione Reiki 1° livello 

condotto da Stefania Piatesi esperta in tecniche energetiche e massaggio ayurvedico da piu di 15 anni.

2° livello 24/25 maggio

3° livello 28/29 giugno

 

Per informazioni chiama al 328-2303423 o scrvici

18 maggio al Giardino degli Angeli, Bologna

Destino e Scelta, seminario di Costellazioni Familiari e Psicogenealogia

condotto da Domenico Lisi

Tema principale: Quanto ci influenzano le altre vite ?

Si indagherà per capire se la causa di un problema ha origine in un'altra vita.

Ma si potrà lavorare anche con il classico metodo delle Costellazioni

Finalmente dopo tanto tempo torna l'attivazione Merkaba a Bologna

sabato 21 e domenica 22 giugno 2014 

 

Merkaba

attivazione del corpo di luce

il Risveglio

 

In questo seminario si attiverà il campo morfico individuale della Merkaba per riconnetterci al Divino

 

conduce Domenico Lisi e Stefania Piatesi

Info e iscrizioni: 328-2303423 o contattaci attraverso il form

 

La Dott.ssa Gabriella Mereu torna finalmente a Bologna con un seminario imperdibile

 

Il Lavaggio epatico e la Terapia Verbale

12 e 13 luglio 2014

 

E' un seminario residenziale full immersion in cui lavoreremo per ripulire il fegato

Saremo nei pressi di Bologna

Per info e iscrizioni contattaci o chiama al 328-2303423

Il giardino è uno spazio progettato, di solito all'aperto, riservato alla vista, alla coltivazione botanica e al godimento di piante e altre forme naturali.

 

Il termine deriva da una radice indogermanica: Gart o Hart, con il significato di "cingere, circondare, proteggere"; per definizione storica è quindi una porzione di superficie delimitata.

I latini avevano altri termini per definire i giardini, a seconda della funzione: "viridariaum" era il vivaio dove si producevano e accudivano nuove piante, il "pomarium" era il frutteto, il "nemus" una boscaglia non totalmente irregimentata dove si celebravano riti sacri. Tali boschi, frequenti durante l'epoca precristiana, venivano chiamati anche "lucus".

 

Si dà spesso per scontato che i giardini siano a cielo aperto, ma la critica contemporanea ha sollevato obiezioni su questo ed è indiscutibile che esistano alcuni giardini lodevoli anche in luoghi non a cielo aperto.

 

E questo è il caso de Il Giardino degli Angeli, nato con lo scopo di coltivare lo spirito e il corpo come fossero frutti e fiori unici e preziosi. Attraverso attività e discipline atte allo sviluppo e all'arricchimento del talento e del potenziale umano.

 

Il giardino solitamente è situato in prossimità di edifici privati o pubblici, ma può trovarsi anche isolato da questi, prendendo il nome di parco nei casi più estesi.

Il Giardino degli Angeli, è situato in una elegante zona residenziale, facilmente raggiungibile; in fondo a un piccolo viale alberato che delimita uno spazio verde con tanto di fontana e chioschetti, che lo protegge dalla trafficata e rumorosa circonvallazione.

 

Nell'accezione comune quando si parla di giardino si intende solitamente quello di tipo ornamentale, mentre si usa il termine orto per indicare quello in cui si coltivano ortaggi.

 

Il Giardino degli Angeli è l'uno e l'altro. Per chi arriva è una porticina verde, una cassetta della posta con un angioletto azzurro su campo bianco, un cancelletto che non viene mai chiuso, un piccolo vaso di erika e una porta di legno e vetro che nonostante le scheggiature e le mani di stucco mantiene un aspetto elegante. All'interno l'atmosfera accogliente e la professionalità di Stefania Piatesi e degli operatori fanno di questo luogo un vivaio di energie e idee creatrici.

 

Il Giardino degli Angeli è un Giardino con la G maiuscola. Come tutti i giardini richiede cura, dedizione, rispetto, amore e costanza. Armonia e bellezza nello sguardo e nel gesto di chi lo abita e frequenta.

 

Il Giardino degli Angeli è di chi vorrà rispettarlo nella sua essenza. Nella sua missione.